Reinventare le case grazie all’home re-looking: nasce negli Stati Uniti, l’attività dell’home relooker, ossia l’esperto di rinnovamento di interni che aiuta chi vuole sistemare casa, anche e soprattutto in vista di una vendita, per aumentarne il valore e accelerarne le tempistiche. Se la tua passione è il design e l’organizzazione degli spazi, questo potrebbe essere il lavoro che fa al caso tuo.
Aprire un allevamento di lumache: tra le varie idee di business legate al mondo dell’agricoltura, l’elicicoltura è un’attività sconosciuta a molti, ma che in realtà offre grandi possibilità. E’ possibile avviarla anche con un investimento abbastanza contenuto ed eventualmente ampliare il business in un secondo momento. Aprire un allevamento di lumache consente di monetizzare in diversi modi, grazie agli innumerevoli utilizzi che hanno le lumache.

Google permette di utilizzare AdSense congiuntamente con altri programmi di affiliazione di tipo InLine, a patto che questi non siano simili con i propri annunci responsabilizzando il publisher su questo punto. Questa apertura potrebbe essere una naturale conseguenza dell’aumento qualitativo dei suoi competitor (Kontera è molto utilizzato nei siti inglesi).
Aprire un centro benessere o un centro massaggi: come il veganesimo, anche il trend del benessere è in crescita esponenziale trainando un settore giovane e che vanta ottime previsioni per il futuro. Aprire un centro benessere con servizi come la grotta di sale o i massaggi olistici è un’idea che può produrre degli ottimi risultati. Puntare sulla qualità e la professionalità ti aiuterà a farti distinguere dai numerosi centri che già operano sul mercato.
Assistenza ad anziani e disabili: come risaputo la nostra società invecchia, e questo vuol dire che l’assistenza domiciliare ad anziani e disabili sarà una delle attività più richieste in futuro. La ricerca di personale specializzato ed affidabile è sempre più difficile, per questo offrire un servizio organizzato e certificato sarebbe sinonimo di successo garantito.
In Italia la prima micro impresa domestica è nata solo nel 2014, oggi in totale le imprese attive e regolarmente registrate nel portale di Cucina nostra sono 47, presenti soprattutto nel Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). Sul piano normativo, per l’apertura di una IAD (Impresa alimentare domestica) occorre far riferimento al Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III (igiene dei prodotti alimentari), al Regolamento CE 1169/2011 (etichettatura alimentare) e al Regolamento CE 178/2002 (rintracciabilità degli alimenti). Occorre inoltre essere iscritti alla Camera di Commercio, avere una Partita IVA ed essere iscritti all’INPS (solo dopo aver aperto la Partita IVA). Infine è richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), da presentare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa. La ASL di competenza verificherà il possesso e la veridicità dei requisiti della cucina (o dei locali di produzione) dichiarati nel progetto e nella SCIA presentata in Comune e rilascerà il permesso necessario per iniziare a sfornare torte, ciambelloni, biscotti e altri prodotti alimentari con cui iniziare a guadagnare come micro-impresa. Chi volesse maggiori informazioni o avesse voglia di trasformare la propria passione per la cucina in un lavoro vero e proprio, può visitare il sito di Cucina Nostra o guardare questo video:

Aprire un blog di nicchia: l’era del blogging è finalmente arrivata, e ora è ormai una realtà.. Guadagnare online con un blog è davvero possibile, se sai come farlo! Se hai una passione in particolare e ti piace scrivere, allora quest’idea imprenditoriale fa decisamente al caso tuo. D’altronde cosa chiedere di meglio, se non potersi mantenere condividendo con gli altri le proprie passioni?
Aprire un’azienda agricola biologica: quello dell’agricoltura biologica è un mercato sempre in crescita dove inserirsi è ancora possibile e remunerativo. I prodotti biologici infatti sono sempre più richiesti e vengono venduti a prezzi più alti di quelli provenienti dall’agricoltura tradizionale. Se la tua passione è la natura e uno stile di vita sano, aprire un’azienda agricola potrebbe essere un’ottima idea. E’ anche possibile affiancare quest’attività a quella di un agriturismo, creando un ottimo connubio turismo eco-sostenibile e cucina biologica a km 0.
Aprire una web radio: il web si sa a dato vita a numerosi business innovativi. Quello delle web radio sembra essere un mercato innovativo e con buone prospettive di crescita. Ormai infatti grazie alle connessioni veloci è possibile ascoltare le web radio ovunque anche dal cellulare e fare facilmente concorrenza alle più blasonate radio vecchio stampo.
Aprire un food truck e fare lo chef itinerante: negli ultimi tempi abbiamo assistito ad un vero e proprio boom delle attività di ristorazione itinerante, con un’offerta davvero eterogenea che comprende le proposte più classiche di paninoteche e piadinerie, fino alle cucine regionali e tipiche più disparate. Se vuoi saperne di più leggi l’articolo dedicato all’approfondimento su come aprire un chiosco ambulante.

Aprire un centro benessere o un centro massaggi: come il veganesimo, anche il trend del benessere è in crescita esponenziale trainando un settore giovane e che vanta ottime previsioni per il futuro. Aprire un centro benessere con servizi come la grotta di sale o i massaggi olistici è un’idea che può produrre degli ottimi risultati. Puntare sulla qualità e la professionalità ti aiuterà a farti distinguere dai numerosi centri che già operano sul mercato.


ho stipulato da quasi un mese un programma di affiliazione con Amazon UK. Pubblicizzo una selezione di loro prodotti tramite il mio sito nuke.peoplestay.net Ho aperto una campagna con Adwords, ho inserito parecchie parole-chiave idonee ma ancora i risultati sono praticamente nulli. Puoi darmi alcuni consigli per ottimizzare il mio lavoro? M’interesserebbe soprattutto sapere di eventuali canali di divulgazione alternativi…
×