Ti riporto l’elenco e alcune indicazioni di massima sulle principali attrezzature, specifiche e comuni, necessarie per l’avvio e la gestione di una impresa domestica: armadio frigorifero e congelatore, piano di lavoro, forno, piani di lavoro e di cottura, robot multifunzione o planetaria, pentolame, bilancia, utensili, termosigillatrice, contenitori da asporto…
In Italia la prima micro impresa domestica è nata solo nel 2014, oggi in totale le imprese attive e regolarmente registrate nel portale di Cucina nostra sono 47, presenti soprattutto nel Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). Sul piano normativo, per l’apertura di una IAD (Impresa alimentare domestica) occorre far riferimento al Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III (igiene dei prodotti alimentari), al Regolamento CE 1169/2011 (etichettatura alimentare) e al Regolamento CE 178/2002 (rintracciabilità degli alimenti). Occorre inoltre essere iscritti alla Camera di Commercio, avere una Partita IVA ed essere iscritti all’INPS (solo dopo aver aperto la Partita IVA). Infine è richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), da presentare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa. La ASL di competenza verificherà il possesso e la veridicità dei requisiti della cucina (o dei locali di produzione) dichiarati nel progetto e nella SCIA presentata in Comune e rilascerà il permesso necessario per iniziare a sfornare torte, ciambelloni, biscotti e altri prodotti alimentari con cui iniziare a guadagnare come micro-impresa. Chi volesse maggiori informazioni o avesse voglia di trasformare la propria passione per la cucina in un lavoro vero e proprio, può visitare il sito di Cucina Nostra o guardare questo video:

Sviluppa la tua idea: il modo migliore per sviluppare un business di successo è quello di inventare qualcosa che ancora non esiste e risponde ad un bisogno reale delle persone. Hai un’idea imprenditoriale vincente? Sviluppala! Non c’è mai stato momento migliore per farlo se non in questi ultimi anni. Grazie al web e alle tecnologie oggi chiunque abbia un’idea vincente e un buon DNA imprenditoriale, ha finalmente la possibilità di guadagnare dalle proprie idee.
Insegnare inglese ai bambini: ormai tutti i genitori di buon senso sanno perfettamente quanto la conoscenza delle lingue sia diventata fondamentale. Per questo specializzarsi nell’insegnamento della lingua inglese per bambini è un’attività che va in contro ad una domanda di mercato crescente e consente di guadagnare cifre che vanno dai 10€ ai 30€ per alunno all’ora.

Difatti Amazon prima di accettare la richiesta di affiliazione verificherà il tuo sito e, in caso volessi prima registrarti e sistemare solo in un secondo momento il sito con dei contenuti, sappi che non è il modo migliore e potresti ricevere un rifiuto da parte del colosso americano. Niente di cui debba veramente preoccuparti, basta poco per far capire a Amazon che il tuo sito è attivo.


Questo sito web utilizza cookie di profilazione e contact form per ottenere richieste di preventivo. Usiamo tecnologie come i cookie per personalizzare i contenuti e la pubblicità, per fornire funzioni correlate ai social media e per analizzare il traffico verso il sito. Condividiamo inoltre informazioni sull'uso del sito da parte dell'utente con i nostri partner fidati che operano nel settore dei social media, della pubblicità e dei dati statistici.OkNoPrivacy policy
Aprire una gelateria artigianale: dopo l’ascesa di Grom, il mercato delle gelaterie non è stato più lo stesso! Ora tutti vogliono mangiare il gelato artigianale vero, buono e genuino. Aprire una gelateria artigianale è un’idea magari non proprio originale, ma che garantisce di certo indiscutibili guadagni se si sceglie la zona giusta e si offre un prodotto di qualità.
Mi permetto di fare una piccola aggiunta a questo articolo, anche se è passato tanto tempo dalla sua scrittura: ottima esposizione e chiarezza, ma chi vuole lavorare con queste affiliazioni pay per action farebbe bene ad individuare prima la nicchia che vuole trattare, e solo dopo iscriversi al network che sembra più idoneo. Questo, almeno, nella mia piccola esperienza lavorativa a riguardo. Saluti, Salvatore
Se dovessi avere qualsiasi altro dubbio sulla Partita IVA per Impresa Alimentare Domestica o se volessi ricevere maggiori informazioni sul mio Servizio di Contabilità Online, richiedimi una Consuelnza Gratuita! Ti basterà richiederla sul mio sito www.regime-forfettario.it compilando il form di contatto con tutti i tuoi dati, sarà io stesso a richiamarti entro qualche ora!
“Io produco pasticceria fresca, dolci da forno e un po’ di salato. Un vero e proprio cavallo di battaglia non ce l’ho, anche se in molti mi cercano soprattutto per le torte di cake design adattabili per tutte le occasioni e che ho realizzato già anche per matrimoni, con grande soddisfazione. A volte riguardo le foto e penso: l’ho fatta proprio io? Solo due anni fa non l’avrei neanche immaginato…
Aprire un blog di nicchia: l’era del blogging è finalmente arrivata, e ora è ormai una realtà.. Guadagnare online con un blog è davvero possibile, se sai come farlo! Se hai una passione in particolare e ti piace scrivere, allora quest’idea imprenditoriale fa decisamente al caso tuo. D’altronde cosa chiedere di meglio, se non potersi mantenere condividendo con gli altri le proprie passioni?
Assistenza ad anziani e disabili: come risaputo la nostra società invecchia, e questo vuol dire che l’assistenza domiciliare ad anziani e disabili sarà una delle attività più richieste in futuro. La ricerca di personale specializzato ed affidabile è sempre più difficile, per questo offrire un servizio organizzato e certificato sarebbe sinonimo di successo garantito.

– Presentare la SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Si tratta di una dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva senza attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti. La SCIA deve essere presentata allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa.
In Italia la prima micro impresa domestica è nata solo nel 2014, oggi in totale le imprese attive e regolarmente registrate nel portale di Cucina nostra sono 47, presenti soprattutto nel Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). Sul piano normativo, per l’apertura di una IAD (Impresa alimentare domestica) occorre far riferimento al Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III (igiene dei prodotti alimentari), al Regolamento CE 1169/2011 (etichettatura alimentare) e al Regolamento CE 178/2002 (rintracciabilità degli alimenti). Occorre inoltre essere iscritti alla Camera di Commercio, avere una Partita IVA ed essere iscritti all’INPS (solo dopo aver aperto la Partita IVA). Infine è richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), da presentare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa. La ASL di competenza verificherà il possesso e la veridicità dei requisiti della cucina (o dei locali di produzione) dichiarati nel progetto e nella SCIA presentata in Comune e rilascerà il permesso necessario per iniziare a sfornare torte, ciambelloni, biscotti e altri prodotti alimentari con cui iniziare a guadagnare come micro-impresa. Chi volesse maggiori informazioni o avesse voglia di trasformare la propria passione per la cucina in un lavoro vero e proprio, può visitare il sito di Cucina Nostra o guardare questo video:

Sviluppa la tua idea: il modo migliore per sviluppare un business di successo è quello di inventare qualcosa che ancora non esiste e risponde ad un bisogno reale delle persone. Hai un’idea imprenditoriale vincente? Sviluppala! Non c’è mai stato momento migliore per farlo se non in questi ultimi anni. Grazie al web e alle tecnologie oggi chiunque abbia un’idea vincente e un buon DNA imprenditoriale, ha finalmente la possibilità di guadagnare dalle proprie idee.
Il Kit è la soluzione intelligente per progettare, valutare, realizzare con successo il tuo business. E' un valido strumento per elaborare richieste di contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati e altre agevolazioni pubbliche. Inoltre permette di elaborare correttamente il business plan, documento sempre più richiesto dalle Banche per la concessione di finanziamenti ordinari.
Aprire un allevamento di lumache: tra le varie idee di business legate al mondo dell’agricoltura, l’elicicoltura è un’attività sconosciuta a molti, ma che in realtà offre grandi possibilità. E’ possibile avviarla anche con un investimento abbastanza contenuto ed eventualmente ampliare il business in un secondo momento. Aprire un allevamento di lumache consente di monetizzare in diversi modi, grazie agli innumerevoli utilizzi che hanno le lumache.
Adori cucinare e preparare pietanze per deliziare il palato dei tuoi commensali? Bene, allora sei capitato proprio nella guida giusta: aprire la Partita Iva per un’impresa alimentare domestica è sicuramente un ottimo metodo per conciliare un’attività lavorativa, in base alle proprie passioni. Un’impresa alimentare domestica, porta al raggiungimento di questo obiettivo.
ho stipulato da quasi un mese un programma di affiliazione con Amazon UK. Pubblicizzo una selezione di loro prodotti tramite il mio sito nuke.peoplestay.net Ho aperto una campagna con Adwords, ho inserito parecchie parole-chiave idonee ma ancora i risultati sono praticamente nulli. Puoi darmi alcuni consigli per ottimizzare il mio lavoro? M’interesserebbe soprattutto sapere di eventuali canali di divulgazione alternativi…
×