Aprire un punto di raccolta rifiuti automatico: in una società consumistica come quella occidentale, riciclare può essere un’arma vincente non solo per far del bene all’ambiente che ci circonda, ma anche per creare un business innovativo e vincente. La richiesta di materiale di riciclo è sempre più in aumento ma mancano le strutture adatte alla raccolta. Per questo investire in un raccogli rifiuti automatico potrebbe essere una buona idea per costruire con un investimento contenuto un business quasi interamente automatizzato.
Cinzia Argenti è moglie e mamma di due figli, Clara Emma e Alex, che nel 2015 ha perso il lavoro. Ha sempre avuto la passione per la cucina, soprattutto per i dolci, che faceva per la famiglia e per gli amici. Gli stessi amici che, spesso, le chiedevano torte di compleanno. Appena ha perso il lavoro ha deciso di provare a trasformare una passione in un’attività che le consentisse di avere un reddito. Cercando informazioni su internet ha avuto la fortuna di imbattersi subito in «Cucina Nostra», un’associazione no profit che si occupa proprio dell’ apertura di micro-imprese domestiche alimentari. Dopo anni di difficoltà – purtroppo non è semplice né veloce aprire questo tipo di attività – oggi Cinzia produce pasticceria con il nome di Ciri Cakes, è soddisfatta e sta ampliando sempre di più il proprio giro di clienti.
Avviare un’attività di servizi di traduzione: con un mondo che diventa ogni giorno sempre più globalizzato, i servizi di traduzione sono sempre più richiesti. Se le lingue sono la tua passione e hai le giuste conoscenze potresti buttarti sui servizi di traduzione e aiutare così imprenditori esteri e immigrati in cerca di risposte, nella loro lingua.
Fare business con gli integratori: sono sempre di più le persone nel mondo che fanno soldi grazie alle proprie idee. Ad esempio in Francia è nato un’integratore che aiuta le persone a smaltire la sbornia più in fretta. Un’attività che ha permesso ai suoi inventori di commercializzarlo online con ottimi risultati, con buona pace dello scetticismo dei medici che bollano la soluzione come non dimostrabile.

Aprire un’attività in franchising: negli ultimi 10 anni, il settore delle attività in franchising è letteralmente esploso, dando vita a numerosi network di successo in praticamente qualsiasi settore di attività. Aprire in franchising vuol dire investire in un business chiavi in mano, con la certezza di ricevere un supporto determinante nello sviluppo e nella gestione dell’attività.

Acquistare il KIT CREAIMPRESA COME AVVIARE UN'IMPRESA ALIMENTARE DOMESTICA è facile e veloce...Può essere pagato in contanti alla consegna oppure on line con carte di credito Visa, Mastercard, Postepay, con carte prepagate e con cellulare. Se hai qualche difficoltà ad effettuare l'ordine on-line puoi telefonare allo 010/322321 o inviarci un'email a creaimpresa@startimpresa.it
Ti riporto l’elenco e alcune indicazioni di massima sulle principali attrezzature, specifiche e comuni, necessarie per l’avvio e la gestione di una impresa domestica: armadio frigorifero e congelatore, piano di lavoro, forno, piani di lavoro e di cottura, robot multifunzione o planetaria, pentolame, bilancia, utensili, termosigillatrice, contenitori da asporto…
In Italia la prima micro impresa domestica è nata solo nel 2014, oggi in totale le imprese attive e regolarmente registrate nel portale di Cucina nostra sono 47, presenti soprattutto nel Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). Sul piano normativo, per l’apertura di una IAD (Impresa alimentare domestica) occorre far riferimento al Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III (igiene dei prodotti alimentari), al Regolamento CE 1169/2011 (etichettatura alimentare) e al Regolamento CE 178/2002 (rintracciabilità degli alimenti). Occorre inoltre essere iscritti alla Camera di Commercio, avere una Partita IVA ed essere iscritti all’INPS (solo dopo aver aperto la Partita IVA). Infine è richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), da presentare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa. La ASL di competenza verificherà il possesso e la veridicità dei requisiti della cucina (o dei locali di produzione) dichiarati nel progetto e nella SCIA presentata in Comune e rilascerà il permesso necessario per iniziare a sfornare torte, ciambelloni, biscotti e altri prodotti alimentari con cui iniziare a guadagnare come micro-impresa. Chi volesse maggiori informazioni o avesse voglia di trasformare la propria passione per la cucina in un lavoro vero e proprio, può visitare il sito di Cucina Nostra o guardare questo video:

Aprire un’attività in franchising: negli ultimi 10 anni, il settore delle attività in franchising è letteralmente esploso, dando vita a numerosi network di successo in praticamente qualsiasi settore di attività. Aprire in franchising vuol dire investire in un business chiavi in mano, con la certezza di ricevere un supporto determinante nello sviluppo e nella gestione dell’attività.
“Io produco pasticceria fresca, dolci da forno e un po’ di salato. Un vero e proprio cavallo di battaglia non ce l’ho, anche se in molti mi cercano soprattutto per le torte di cake design adattabili per tutte le occasioni e che ho realizzato già anche per matrimoni, con grande soddisfazione. A volte riguardo le foto e penso: l’ho fatta proprio io? Solo due anni fa non l’avrei neanche immaginato…
E’ uno dei più popolari programmi di affiliazione di tipo InLine contestuale. Purtroppo accetta solamente siti in lingua inglese. Lo sto testando da poco e sembra avere una buona performace, anche se non paragonabile con AdSense. E’ in ogni caso  un buon competitor. Permette di selezionare il testo su cui contestualizzare e dove visualizzare gli sponsor. Può essere utilizzato con AdSense come gli altri programmi InLine (ma chiedi sempre conferma al supporto di AdSense).
×