Tra i siti in lingua inglese è uno dei più noti e più utilizzati. Mostra blocchi di annunci come AdSense ma non in maniera contestuale, selezionandoli in base alla categoria assegnata al sito del publisher. E’ possibile scegliere se visualizzare gli Ads del network o solamente quelli che gli advertisers pubblicano sul sito del publisher. Da poco ha introdotto pubblicità InLine (sottolinea parole nel testo della pagina).
SPOUTABLE: Spoutable è un ottima alternativa ad AdSense. Con un sistema molto efficace, Spoutable è in grado di garantire un maggiore guadagno a fronte di una facilità di gestione del proprio account davvero unica. La monetizzazione del proprio traffico risulta essere molto facilitata. Tutto quello che devi fare è registrati qui e cominciare a guadagnare.
Aprire una palestra di crossfit o arti marziali: se aprire una palestra potrebbe essere un buon business, aprire un centro dedicato solamente ad attività a corpo libero come queste, lo è certamente ancora di più! Così come pilates, yoga e simili, stanno avendo grande successo soprattutto tra le donne, crossfit e arti marziali impazzano soprattutto tra i ragazzi. Il successo di queste idee di business è dovuto probabilmente al fatto di compiere attività di gruppo e ed eseguire lavori muscolari a corpo libero, più naturali del classico body building. In più per iniziare l’attività non servono grossi investimenti visto che non sono necessari attrezzi molto costosi come in una normale palestra…
Fare soldi con le aste immobiliari: complice la crisi economica ogni anno numerosi abitazioni finiscono all’asta a prezzi stracciati. Se disponi di un minimo capitale da investire, fare soldi con le aste immobiliari può essere sicuramente un’idea di business interessante da perseguire. Per evitare brutte sorprese è però fondamentale conoscere i meccanismi delle aste immobiliari e informarsi accuratamente di volta in volta su ogni singolo immobile che si intende acquistare.

In Italia la prima micro impresa domestica è nata solo nel 2014, oggi in totale le imprese attive e regolarmente registrate nel portale di Cucina nostra sono 47, presenti soprattutto nel Nord Italia (Piemonte, Lombardia, Friuli Venezia Giulia). Sul piano normativo, per l’apertura di una IAD (Impresa alimentare domestica) occorre far riferimento al Regolamento CE 852/2004, Allegato II, Capitolo III (igiene dei prodotti alimentari), al Regolamento CE 1169/2011 (etichettatura alimentare) e al Regolamento CE 178/2002 (rintracciabilità degli alimenti). Occorre inoltre essere iscritti alla Camera di Commercio, avere una Partita IVA ed essere iscritti all’INPS (solo dopo aver aperto la Partita IVA). Infine è richiesta la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), da presentare allo Sportello Unico delle Attività Produttive (SUAP) del Comune dove sarà svolta l’attività di microimpresa. La ASL di competenza verificherà il possesso e la veridicità dei requisiti della cucina (o dei locali di produzione) dichiarati nel progetto e nella SCIA presentata in Comune e rilascerà il permesso necessario per iniziare a sfornare torte, ciambelloni, biscotti e altri prodotti alimentari con cui iniziare a guadagnare come micro-impresa. Chi volesse maggiori informazioni o avesse voglia di trasformare la propria passione per la cucina in un lavoro vero e proprio, può visitare il sito di Cucina Nostra o guardare questo video:
SPOUTABLE: Spoutable è un ottima alternativa ad AdSense. Con un sistema molto efficace, Spoutable è in grado di garantire un maggiore guadagno a fronte di una facilità di gestione del proprio account davvero unica. La monetizzazione del proprio traffico risulta essere molto facilitata. Tutto quello che devi fare è registrati qui e cominciare a guadagnare.
Personalizzare gli oggetti tecnologici: nel mondo consumistico siamo sempre più pieni di oggetti di ogni tipo. Oggetti però sempre uguali e omologati. La personalizzazione di telefoni cellulari, pc e notebook è sempre più richiesta, tant’è che negli ultimi anni hanno aperto numerosi negozi e corner dedicati esclusivamente a questa attività, e alcuni ci hanno perfino inventato un franchising.
Per poter conoscere nel dettaglio tutti gli obblighi a cui potremmo essere soggetti, nonché le eventuali agevolazioni, è sempre bene rivolgersi ad un Commercialista di fiducia che saprà assisterci passo dopo passo nell’iter di apertura di una Partita IVA per avviare un’impresa alimentare domestica, nel pieno rispetto di tutte le norme di settore vigenti.

Reinventare le case grazie all’home re-looking: nasce negli Stati Uniti, l’attività dell’home relooker, ossia l’esperto di rinnovamento di interni che aiuta chi vuole sistemare casa, anche e soprattutto in vista di una vendita, per aumentarne il valore e accelerarne le tempistiche. Se la tua passione è il design e l’organizzazione degli spazi, questo potrebbe essere il lavoro che fa al caso tuo.
Aprire un allevamento di lumache: tra le varie idee di business legate al mondo dell’agricoltura, l’elicicoltura è un’attività sconosciuta a molti, ma che in realtà offre grandi possibilità. E’ possibile avviarla anche con un investimento abbastanza contenuto ed eventualmente ampliare il business in un secondo momento. Aprire un allevamento di lumache consente di monetizzare in diversi modi, grazie agli innumerevoli utilizzi che hanno le lumache.
Mi occupo di marketing per le aziende che vogliono sfruttare l'e-commerce per vendere online. Ho costruito Comunikafood nel 2011 ed oggi è il portale italiano più presente sui motori di ricerca riguardo le tematiche "Come vendere alimentari online", "ecommerce alimentari" e "marketing alimentare". Se cerchi su Google queste tematiche ti accorgerai della presenza rilevante di Comunikafood. Insieme alla mia squadra, di cui io sono il web project manager, curiamo progetti Seo per migliorare la presenza digitale delle imprese online rispetto agli argomenti di loro interesse. Curiamo le attività di promozione attraverso i circuiti di pubblicità online e pianifichiamo le attività necessarie per costruire un progetto commerciale online. Altri progetti di cui sono parte: Essereprimi.online | Reportnotprovided.com (Report Marketing e Analisi Seo) | 3nastri (Comunicazione e identità grafica) Lavoriamo come Google Partner Visualizza tutti gli articoli di Daniele Vinci →
Non c'è dubbio che il mondo del lavoro stia cambiando. Talmente velocemente che in molti non riescono a stargli dietro e fanno scelte imprenditoriali anacronistiche o azzardate. Secondo gli studi di settore internazionali, il lavoratore del 2030 sarà autonomo, specializzato in nuove tecnologie e flessibile al cambiamento. Una delle tendenze che già oggi si rivela proficua è la produzione domestica di prodotti e servizi da erogare sul territorio, anche attraverso la rete. Le possibilità per lavorare da casa sono infinite. Negli Stati Uniti, ad esempio, vanno alla grande i servizi di home care per anziani e disabili e i freelance del digitale. E in Italia? Facciamo quello che sappiamo fare meglio: cuciniamo, nella comodità della nostra cucina casalinga! Avviare oggi un'impresa alimentare domestica è un'operazione semplice, che non richiede investimenti e può rappresentare un'entrata in più. Il grosso vantaggio di questa attività è valorizzare al meglio le qualità e le passioni del cuoco di casa. Le possibilità sono infatti moltissime, se hai origini straniere potrai proporre i piatti etnici del tuo paese, se sei una casalinga brava nei dolci potrai realizzare delle fantastiche torte di compleanno per i bimbi del quartiere. Vendere i piatti pronti di gastronomia e i prodotti da forno, dolci o salati, può essere molto semplice, in un mondo dove solo poche persone hanno il tempo e la capacità per cucinare alimenti sani e genuini, ma tutti vorrebbero gustarli in famiglia. Un'impresa alimentare domestica può offrire anche il servizio di catering e proporsi come chef a domicilio per organizzare cene e corsi di cucina. Cerchi la ricetta del successo? Prova a guardare nella tua cucina...

Insegnare inglese ai bambini: ormai tutti i genitori di buon senso sanno perfettamente quanto la conoscenza delle lingue sia diventata fondamentale. Per questo specializzarsi nell’insegnamento della lingua inglese per bambini è un’attività che va in contro ad una domanda di mercato crescente e consente di guadagnare cifre che vanno dai 10€ ai 30€ per alunno all’ora.


Ti riporto l’elenco e alcune indicazioni di massima sulle principali attrezzature, specifiche e comuni, necessarie per l’avvio e la gestione di una impresa domestica: armadio frigorifero e congelatore, piano di lavoro, forno, piani di lavoro e di cottura, robot multifunzione o planetaria, pentolame, bilancia, utensili, termosigillatrice, contenitori da asporto…
Aprire una gelateria artigianale: dopo l’ascesa di Grom, il mercato delle gelaterie non è stato più lo stesso! Ora tutti vogliono mangiare il gelato artigianale vero, buono e genuino. Aprire una gelateria artigianale è un’idea magari non proprio originale, ma che garantisce di certo indiscutibili guadagni se si sceglie la zona giusta e si offre un prodotto di qualità.
Riparare smartphone, tablet e oggetti tecnologici: sebbene ci siano tantissimi cinesi che fanno riparazioni low cost di smartphone e tablet, molta gente non si fida e cerca soluzioni più affidabili e tecnologicamente affidabili. Tra l’ampia forbice di prezzo di una riparazione eseguita dalla casa madre e quella di un anonimo negozio di cinesi, c’è la possibilità di inserirsi a prezzi comunque abbordabili con un’assistenza qualificata e garantita da un brand.
Reinventare le case grazie all’home re-looking: nasce negli Stati Uniti, l’attività dell’home relooker, ossia l’esperto di rinnovamento di interni che aiuta chi vuole sistemare casa, anche e soprattutto in vista di una vendita, per aumentarne il valore e accelerarne le tempistiche. Se la tua passione è il design e l’organizzazione degli spazi, questo potrebbe essere il lavoro che fa al caso tuo.
Aprire un’insalateria o una frullateria: dopo hamburgerie, piadinerie, paninoteche, ora è il momento dell’insalata e della frutta. Vista la costante ricerca di cibo salutare degli ultimi periodi e la continua crescita di vegetariani e vegani, attività che propongono alimenti salutari come frullati di frutta e verdura fresca avranno sicuro successo in futuro.
Investire nel business delle due ruote: bici pieghevoli per la città, scooter e biciclette elettriche. Il business delle due ruote sta vivendo un momento di crescita grazie a questa rivoluzione dei prodotti. Ora più comodi e funzionali, economici e adatti a tutti, i mezzi di trasporto a due ruote vedono dopo un periodo di crisi una rinascita promettente. Aprire un negozio di bici elettriche o inventare lo scooter ecologico del futuro, ecco due idee di business vincenti che hanno già fatto il successo di molte aziende. E tu per cosa sei? Bici o scooter?

Non c'è dubbio che il mondo del lavoro stia cambiando. Talmente velocemente che in molti non riescono a stargli dietro e fanno scelte imprenditoriali anacronistiche o azzardate. Secondo gli studi di settore internazionali, il lavoratore del 2030 sarà autonomo, specializzato in nuove tecnologie e flessibile al cambiamento. Una delle tendenze che già oggi si rivela proficua è la produzione domestica di prodotti e servizi da erogare sul territorio, anche attraverso la rete. Le possibilità per lavorare da casa sono infinite. Negli Stati Uniti, ad esempio, vanno alla grande i servizi di home care per anziani e disabili e i freelance del digitale. E in Italia? Facciamo quello che sappiamo fare meglio: cuciniamo, nella comodità della nostra cucina casalinga! Avviare oggi un'impresa alimentare domestica è un'operazione semplice, che non richiede investimenti e può rappresentare un'entrata in più. Il grosso vantaggio di questa attività è valorizzare al meglio le qualità e le passioni del cuoco di casa. Le possibilità sono infatti moltissime, se hai origini straniere potrai proporre i piatti etnici del tuo paese, se sei una casalinga brava nei dolci potrai realizzare delle fantastiche torte di compleanno per i bimbi del quartiere. Vendere i piatti pronti di gastronomia e i prodotti da forno, dolci o salati, può essere molto semplice, in un mondo dove solo poche persone hanno il tempo e la capacità per cucinare alimenti sani e genuini, ma tutti vorrebbero gustarli in famiglia. Un'impresa alimentare domestica può offrire anche il servizio di catering e proporsi come chef a domicilio per organizzare cene e corsi di cucina. Cerchi la ricetta del successo? Prova a guardare nella tua cucina...

Ti riporto l’elenco e alcune indicazioni di massima sulle principali attrezzature, specifiche e comuni, necessarie per l’avvio e la gestione di una impresa domestica: armadio frigorifero e congelatore, piano di lavoro, forno, piani di lavoro e di cottura, robot multifunzione o planetaria, pentolame, bilancia, utensili, termosigillatrice, contenitori da asporto…

“Una Micro-impresa domestica alimentare è prima di tutto un’impresa a tutti gli effetti, soggetta quindi a regole fiscali e igienico sanitarie come tutte le altre. Ciò che la differenzia è ovviamente il luogo di lavoro, il laboratorio, che coincide quasi sempre con la cucina domestica, come nel mio caso. Dico quasi perchè qualcuno, in realtà molto pochi, ha organizzato il laboratorio in una stanza della casa che non veniva utilizzata. Ovviamente la cucina va trasformata, il locale va messo a norma, rendendo le pareti lavabili, chiudendola con pareti in caso di open space, cambiando la rubinetteria che non deve essere manuale. Stessa cosa va fatta anche per i servizi igienici.. Ciò che si produce si può vendere ai privati o ad altre attività. Va rispettata tutta la normativa in vigore per le imprese alimentari, quindi rilevazione giornaliera delle temperature del frigo, va tenuto un manuale di autocontrollo in cui viene scritto tutto quello che riguarda la produzione e i locali di produzione. Siamo ovviamente sottoposti come gli altri ai controlli dell’ASL, tra l’altro qui da me sono capitati a 2 mesi dall’apertura ed hanno trovato tutto perfetto. C’è una regola in più per una micro-impresa domestica, non ci può essere assolutamente promiscuità quindi quando si produce, la cucina è adibita solo ad uso laboratorio ed è off limit al resto della famiglia”.
×